Powered by WP Bannerize

Womenonbike
Africa Twin 2020

Africa Twin 2020: J’ adore!

J’ adore! Ecco l’ unica cosa che ho pensato per oltre 24 ore dopo averla vista in Eicma.

Perché?

Perchè è stata indubbiamente una delle moto più attese di Eicma 2020: la nuova Honda Africa Twin 2020 è arrivata (assieme alla sorella maggiore Adventure Sports) con una nuova linea super accattivante, ma non solo!

 

Africa Twin 2020
Come non adorare le nuove linee?

Ufficialmente si chiama Honda CRF1100L Africa Twin 2020, è già presente nei concessionari da fine ottobre e promette grandi emozioni.

Non un semplice restyling di questo mitico mezzo, ma una moto tutta nuova.

Indubbiamente colpisce anzitutto per le nuove vestigia, molto più snelle: linee affilate ed un frontale con fari integrati e la nuova presa d’aria per l’ airbox che la rendono molto “aggressiva”, con una forte identità e riconoscibilità, pur senza perdere il ricordo delle Africa Twin degli anni precedenti.

Due i modelli: l’Africa Twin (standard) è stata progettata per essere maggiormente orientata al fuoristrada: parabrezza basso, codino stile enduro e sospensioni Showa pluriregolabili. La versione Africa Twin Adventure Sports, pensata chiaramente per il turismo e per gli appassionati di lunghi viaggi e raid, ha un equipaggiamento più ricco, con un serbatoio da oltre 24 litri (promette quasi 500 km di autonomia!!) ed un parabrezza regolabile in 5 posizioni.

 

Africa Twin 2020

Tecnicamente si parte con un telaio totalmente ridisegnato ed alleggerito che, assieme ad altri accorgimenti (come il telaietto reggisella in alluminio reso più leggero), porta la nuova versione a pesare circa 4 kg in meno rispetto alla precedente.

La nuova Africa Twin promette di diventare più gestibile, anche se sempre di pesi importanti si parla: 226 kg la base e 240 kg la Adventure Sports con serbatoio pieno. Da aggiungere altri 10 kg ad entrambe se si sceglie di acquistare la versione (da me definita tecnicamente “iperfiga”) con cambio automatico a doppia frizione DCT a 6 rapporti.

Un motore rinnovato bicilindrico parallelo che arriva nella nuova versione a  1084cc, erogando fino a 102 CV; un forcellone in alluminio che viene preso dal motocross; una strumentazione elettronica che controlla e dirige tutti gli ausili alla guida con 4 riding mode preimpostati e 2 personalizzabili dal controllo di trazione al controllo di impennata passando per l’ABS cornering a 2 livelli ed all’erogazione.

Africa Twin 2020

 

Panico per tutta questa elettronica? Niente paura!

Si dovrebbe riuscire a gestire il tutto da un display digitale touchscreen da 6,5” a colori con un’interfaccia grafico abbastanza intuibile (si possono scegliere tre configurazioni), collegabile attraverso app Apple CarPlay …e per i comuni mortali con smartphone generico comunque il tutto è gestibile e collegabile tramite bluetooth!

Rivista anche l’altezza: entrambe le versioni hanno una seduta più snella a 87cm da terra, ribassabile senza attrezzi a 85 cm. In ogni caso si può comunque acquistare come optional la seduta più alta o più bassa.

 

Africa Twin 2020

Cosa manca al racconto di questo mezzo che aspetta solo l’avventura?

Tutte le luci sono a led, presenti gli utili cornering lights (le luci che si accendono quando si sterza) che si adattano in base all’angolo di piega con tre livelli di intensità. Gli indicatori di direzione (per noi comuni mortali “le frecce”) in caso di forte decelerazione si attivano automaticamente in modalità di emergenza, e non scordiamoci delle manopole riscaldabili.

Colori rivisti senza perdere continuità con il passato, quindi per la versione standard da fuoristrada ecco le proposte Rally Red e nero opaco, mentre la versione turistica si propone in nero lucido Metallic o con il classico tricolore stile anni ’80.

J’Adore, e voi?