Powered by WP Bannerize

Womenonbike
Balcone d' Italia

Balcone d’ Italia: motopasseggiata nel comasco

Balcone d’ Italia: moto passeggiata tra laghi, valli sconosciute e ville. 

Ci sono quei giorni con 36° all’ ombra (e già sudi solo al pensiero di indossare le protezioni!!!) dove la passione per la nostra due ruote cozza contro il caldo, la stanchezza, il traffico.

La tentazione di restare sul divano immobile davanti al ventilatore ronzante è forte… poi mi sono ricordata di un semplice e piacevole itinerario in Lombardia.

Un giretto poco impegnativo ma di grande effetto, adatto anche a neofite: una motopasseggiata per godere di splendide viste dal punto panoramico del Balcone d’ Italia verso il Lago di Como e il Lago di Lugano e per riscoprire scorci di valli spesso sconosciute o sottovalutate.

 

Balcone d' Italia: villa Olmo
Imperdibile una visita a Villa Olmo

 

Partenza dalla città delle ville risalendo la Val d’ Intelvi

Il punto di partenza di questo giro, per chi come me non è della zona, è Como: da qui si ci si muove costeggiando il lago a sinistra. Quasi subito a destra ci appare Villa Olmo,  sicuramente la più imponente fra le ville del Lago di Como, che si può visitare gratuitamente.

Fermatevi, vale assolutamente una visita!

I kilometri da percorrere a bordo lago non sono molti (circa 20), ma vedrete che la voglia di fare spesso delle soste non mancherà grazie alla splendida cornice che regala immagini da cartolina!

Dopo Argegno salendo verso la Val d’ Intelvi comincia qualche curvetta non impegnativa ma divertente, che porta celermente a Sighignola ed al suo splendido punto panoramico nel punto più alto della Valle, esattamente sul confine italo-svizzero, chiamato  “Balcone d’ Italia“.

Tempo di reidratarsi e godere della magnifica visuale del Lago di Lugano dall’alto e si risale in sella, destinazione Porlezza.

 

Balcone d' Italia

 

I posti che ancora non conosci: la Val Carvagna

Ok, io amo le curve, quindi, scavando nella memoria e grazie alla mia fida cartina, mi son ricordata che da qui per trovare temperature più miti si deve muovere verso la Val Carvagna.

Una valle a circa 1000 metri s.l.m. ancora incontaminata con panorami incantevoli circondata dalle Alpi Lepontine

Un consiglio? Tappa a San Bartolomeo, e fatevi spiegare come raggiungere (a piedi!) il vecchio ponte della Cavada…è un luogo magico!

Vi siete rinfrescati un po’? E’ ora di cominciare la parte del rientro verso Como.

Giù fino a Menaggio, e da lì ci si gode nuovamente il lago di Como con un’andatura turistica: tappa tra Colonno e Ossuccio, per ammirare la splendida e verdeggiante Isola Comacina.

 

Balcone d' Italia
Segnatevi la tappa a San Bartolomeo, vi aspetta un luogo fiabesco

Un itinerario semplice ma piacevole, dove rilassarsi e godere appieno del piacere di guida e delle bellezze naturali.