Womenonbike

La frenata, vademecum per la strada

Come si frena in moto? Sembra una domanda banale, ma non lo è affatto. Provate a sedervi in un bar lungo una strada frequentata da motociclisti e ascoltate cos’hanno da dire in proposito: quasi sicuramente ci troveremo davanti ad un pericoloso mix di leggende metropolitane e assurdità varie. Vediamo insieme quali sono le basi per una frenata corretta e sicura su strada.

 

Postura: È importante non irrigidirsi: i muscoli saranno attivi ma senza bloccare le articolazioni, le braccia forti, per contrastare la forza che ci spinge avanti in fase di frenata, ma i gomiti morbidi e leggermente flessi per ammortizzare e prepararsi all’inserimento in curva. Gambe attive, strette alla moto, piedi saldamente appoggiati alle pedane per stabilizzare il mezzo. Mani sul manubrio con le dita appoggiate in parte alle manopole ed in parte alle leve di freno e frizione: non esiste una regola precisa ma, solitamente, si tengono due dita (indice e medio) sulle leve per avere il giusto mix tra sensibilità e forza. Se avete la frizione molto dura, nel traffico, suggerisco 3 dita per la frizione per affaticare meno la mano.

FRENATA

I Freni: I freni sono due, funzionano in modo diverso e vanno usati insieme. Non credete a chi vi dice che il posteriore non serve: è il primo che useremo in fase di frenata e l’ultimo che lasceremo una volta inserita la moto in curva. Il posteriore, infatti, serve a stabilizzare la moto e potenziare la frenata, rende più agevole l’inserimento in curva e ci aiuta a chiudere la traiettoria.
Il freno anteriore ha una maggiore efficacia frenante sia dovuta ad un impianto (pinze dischi e pompa) più potente rispetto al posteriore, sia per il maggiore attrito del pneumatico dovuto al trasferimento di carico in frenata.

FRENATA

Cosa succede se freniamo “troppo”: Il rischio di una frenata eccessiva è il bloccaggio della ruota: nel caso del posteriore ci troveremo in una derapata facilmente gestibile; nel caso dell’anteriore, pur essendo molto difficile da innescare su asfalto asciutto e pulito con la moto dritta, riuscire a gestirlo può essere complesso e il rischio di trovarsi con lo sterzo chiuso e conseguente caduta è molto alto. Quindi, in caso di bloccaggio alleggerite subito la pressione sul freno per ritrovare grip e forza frenante.

Frenata e inserimento in curva: Quindi, alla fine come si frena bene? Arrivando da un rettilineo e dovendo approcciare una curva per prima cosa chiudiamo il gas e cominciamo ad appoggiare il freno posteriore seguito, subito dopo, da una leggera pressione sulla leva anteriore che aumenteremo gradualmente fino a rallentare la moto alla velocità desiderata. Rilasciamo dolcemente il freno anteriore mentre entriamo in curva mantenendo, invece, un po’ di pressione sul freno posteriore per agevolare l’inserimento e la chiusura della curva.
Ecco completata la nostra frenata perfetta.

Cosa fare se avete frenato troppo poco: Se vi accorgete di aver preso male le misure e di essere troppo veloci in curva potete aumentare la pressione del freno posteriore per rallentarvi e correggere la traiettoria chiudendola di più. Se ancora non bastasse (!!!) potete usare dolcemente il freno anteriore, aumentando però la spinta sul manubrio interno per contrastare la tendenza della moto a raddrizzarsi ed evitare, quindi, di allargare la traiettoria.

Frenare su asfalto sconnesso, sporco, bagnato: In queste condizioni gli spazi di arresto si allungano: tanto più l’asfalto è difficile quanto più è importante frenare dolcemente e in anticipo senza ridurci all’ultimo metro utile. Arrivare al bloccaggio delle ruote è molto più facile che su asfalto pulito ed il rischio di chiusura dello sterzo aumenta. Usiamo le pedane per sostenere meglio il busto alleggerendo un po’ il peso sullo sterzo e tirandoci un filo più indietro. Freniamo maggiormente col posteriore addolcendo e limitando la frenata con l’anteriore, rimanendo più in sicurezza.

Come frenare con ABS e ABS Cornering: I’ABS porta virtualmente a zero il rischio di bloccare le ruote e potete quindi agire sui freni senza timore. I primi sistemi tendevano ad allungare la frenata sullo sconnesso e non offrire un feeling ottimale, mentre gli ultimi hanno migliorato enormemente questo aspetto, fino ad arrivare al ABS cornering che permette di frenare in modo deciso anche in piena curva mantenendo la traiettoria. Quando entrerà in azione l’ABS non spaventatevi ma continuate a strizzare la leva, al resto ci pensa lui.

FRENATA

“L’argomento è davvero ampio, spero di avervi aiutate a chiarirvi le idee! Se siete curiose di approfondire il tema frenata e la guida sicura stradale nel suo complesso, sappiate che ho realizzato questo articolo con la collaborazione ed il supporto tecnico della scuola di guida e viaggi in moto Ride&Co.  (Facebook @CorsiDiGuidaMoto)