Womenonbike

La motocicletta riempie la giornata

La motocicletta. E’ domenica mattina, sto facendo colazione, mi volto verso la finestra e quello che vedo riflesso non mi piace. Tanta malinconia negli occhi e tanti perché nell’anima. Appoggio la tazza sul tavolo e penso a come organizzare la giornata; ma forse no, forse mi lascio prendere dal no.

Un messaggio: “preparati, passo da te e andiamo al fresco che qui si muore”. Gli amici: Dio santo, quelli veri sentono la tua anima anche a distanza!

Via, salto sulla mia motocicletta alle 10 e partiamo per il Mottarone, è vicino, è fresco e tanto basta.

Seduti al tavolino, la vallata davanti agli occhi, un panino, chiacchiere e tanta serenità. Di fianco due motociclisti si alzano per tornare. Scambio di sguardi e due parole e in un attimo siamo seduti tutti insieme: c’è ancora tempo in fondo!

Due ducatisti puri Lillo e Francesco. Tante battute e tanto ridere. Lo sguardo sulla strada e una raider tutta in nero, con la sua RR si ferma proprio sotto di noi. È bella di suo, ma il fatto che sia in sella alla sua moto, la rende irresistibile. Non passa mezz’ora e quello strano bellissimo filo invisibile che lega i motociclisti ha stretto ancora il suo nodo.

motocicletta

Cavoli, fra tutti ci conosciamo da neanche un’ora e abbiamo già detto così tanto di noi. Eleonora è un vulcano di vita; è contagiosa ed io mi sono lasciata infettare!!! Scambio di contatti e la promessa di fare tanti giri insieme. E così sarà. Anche Lillo e Francesco ora fanno parte delle mie amicizie.

motocicletta

Adesso mentre scrivo alzo lo sguardo e quello che vedo riflesso nel vetro mi piace. Si chiama riconoscenza per gli amici che ho (e loro lo sanno), si chiama amore per me, la mia motocicletta e questo fantastico mondo di motociclisti, si chiama gioia per questa strana imprevedibile vita❤️

motocicletta
Betty sorridente, la motocicletta ti cambia la giornata, e non solo