Powered by WP Bannerize

Womenonbike

LA ZERO SR/F, GUIDA AI MASSIMI LIVELLI

La seconda giornata di “EcoDolomites”, l’evento itinerante che promuove la mobilità sostenibile, ha visto la partenza di auto e moto sotto un cielo di nuvole grigie che promettevano pioggia, alla volta di Brunico. Una giornata all’insegna della cultura (visita al Mountain Messner Museum e all’azienda GKN Automotive e un Ecosummit su Klimamobility) e delle prove su strada.

Zero SR/F

In questa giornata piovosa e abbastanza uggiosa ho deciso di provare il top di gamma prodotto da Zero Motorcycles: la stradale Zero SR/F. 

Zero SR/F

Il top di gamma

La Zero SR/F è il modello con i livelli di prestazione ed efficienza al top della sua categoria: basta sfiorare la manopola dell’acceleratore per sviluppare una coppia di 190 Nm, sfruttando i 110 CV di potenza del nuovo motore ZF75-10 di Zero Motorcycles, spingendo senza sforzo l’SR/F a una velocità di 200 km/h.

Zero SR/F

Una stradale essenziale, dal design pulito con il suo telaio a traliccio in acciaio, molto ben bilanciata nei suoi 220 Kg (il gruppo motopropulsore è perfettamente distribuito ai fini della massa e dell’ottimizzazione del peso), si guida con piacevolezza in maniera sportiva e intuitiva. 

Facile da far scendere in piega e facile da gestire anche con condizioni meteo avverse grazie ai suoi sistemi di controllo. Tra le tante mappature, anche personalizzabili, di cui dispone questa moto c’è la modalità “rain” che, unita al controllo di trazione e stabilità e all’ABS, consente una guida sicura anche in caso di pioggia, asfalto viscido o dissestato. La SR/F integra infatti il sistema MSC di Bosch, (accelerazione dinamica e stabilità che non risentono delle condizioni del fondo stradale) con il sistema operativo Cypher III, assicurando prestazioni notevoli dell’ABS, un ottimo controllo di frenata in curva antislittamento con regolazione della coppia motrice, rendendo la frenata emozionante esattamente come l’accelerazione.

Zero SR/F

Guidandola assapori una dimensione diversa di guida, altrettanto emozionante: occorre saper dosare l’accelerazione e la decelerazione, saper utilizzare, quindi, il freno motore che su questo modello è particolarmente attivo, dosando le forze in accelerazione, decelerazione e frenata in maniera decisa e competente.

ZERO SR/F: CYPER III, TFT E APP PER RESTARE SEMPRE CONNESSI

Ammalia lo schermo TFT: grande (12,5 cm) coloratissimo e facilmente personalizzabile, rende in tempo reale tantissime informazioni sullo stato della moto. 

Zero SR/F

Quantità di carica delle batterie, chilometri rimanenti, temperatura del motore, cambio di mappatura o controllo delle manopole riscaldate, sono alcune delle mote informazioni e comandi che il sistema garantisce. Si scelgono le informazioni che si desidera vedere in maniera fissa sul display e si accede invece a tutte le altre informazioni manualmente o tramite un’App che si scarica sul telefonino. L’aspetto molto interessante di quest’App è che consente di personalizzare i dati che si desidera monitorare (anche statistiche prodotte nel tempo) e permette di consultarli addirittura in remoto, magari mentre la moto è in ricarica e ci si è allontanati per fare shopping o mangiare un gelato.

Trasmettendo in maniera continua informazioni all’App è possibile accedere anche alla diagnostica remota e all’interrogazione di una serie di dati tra i quali posizione, velocità, angolo di inclinazione, potenza, coppia, energia consumata/rigenerata.

Dal TFT o dall’APP è possibile programmare la Zero SR/F ad adattarsi a qualunque tipo di fondo stradale attraverso le diverse mappature: quelle standard preimpostate (Strada, Sport, Eco, Pioggia) e con quelle (fino a 10) personalizzate configurabili.

ZERO SR/F, DIVERTIMENTO ASSICURATO

L’agilità di questa moto, coniugata alla sua potenza, rende la guida sportiva, divertente e stimolante. I sorpassi all’ultimo minuto tra le curve di montagna diventano un piacere grazie alla notevole accelerazione e alla fluidità con cui questa moto si guida. Uscire dai tornanti in salita liberando la potenza della moto, sentire la possanza dell’impianto frenante che azioni prima di imboccare il tornante stretto… è davvero adrenalinico. I 110 CV si presentano tutti all’appello quando li richiami ed è davvero un divertimento assicurato guidarla. Nel silenzio della montagna, poi … ho scoperto che diventa entusiasmante pensando soprattutto che si contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente divertendosi comunque.

ZERO SR/F, il prezzo di listino: da €20.990. Le batterie sono garantite 5 anni!

Il motore brushless

La rinomata architettura brushless a magneti permanenti di Zero Motorcycles, abbinata a un design compatto con raffreddamento ad aria passivo, garantisce i massimi livelli di prestazioni ed efficienza.

Il motore brushless – così detto perché è senza spazzole – è un motore elettrico a corrente alternata (PMSM, Permanent Magnet Syncronous Motor) costituito da un rotore a magneti permanenti e uno statore a campo magnetico. A differenza di un motore a spazzole non ha bisogno, per funzionare, di contatti elettrici striscianti (le spazzole, appunto) sull’albero del rotore. È elettronica infatti la variazione dell’orientamento del campo magnetico generata dalla commutazione della corrente che circola negli avvolgimenti dello statore.

Ricarica delle batterie

L’autonomia delle batterie è tra i 320 e i 280 Km a seconda delle modalità e della velocità di guida. Il Rapid Charge System consente di configurare la moto per una ricarica di 3 kW, 6 kW, 9 kW o 12 kW presso qualsiasi stazione di livello 2 standard.

Il Rapid Charge System della SR/F è in grado di ricaricare a 61 km/ora a 3 kW, 122 km a 6 kW e 246 km a 12 kW, permettendo di raggiungere il 95% della capacità della batteria in 1 ora.

Occorreranno comunque più infrastrutture al fine di consentire di partire con questa moto “senza pensieri”, senza dover preparare una road map con la conta dei chilometri da percorrere e le stazioni di ricarica sul percorso.