Womenonbike
Viaggio in Nuova Zelanda - seconda tappa

Nuova Zelanda 2020 – da Auckland a Withianga

Un viaggio in Nuova Zelanda è un’esperienza unica, che trasmette una gioia infinita, soprattutto se la terra dei Maori si gira con una moto agile, versatile, leggera, un’Honda CB500X.  Nella prima vera tappa del mio viaggio in Nuova Zelanda – da Auckland a Withianga –  ho imparato a conoscere la piccola grande moto che mi ha accompagnata.

Nuova Zelanda da Aukland a Withianga
La piccola Honda nella Penisola di Coromandel

Nella strada che va da Auckland a Withianga  si comincia a comprendere quanto la Nuova Zelanda sia contraddistinta da un ininterrotto avvicendarsi di paesaggi diversi: ghiacciai delle altissime montagne, il verde dei parchi nazionali e delle foreste, il turchese del mare che lambisce le spiagge di sabbia bianca, la potenza dei geyser e dei vulcani, il verde delle valli alpine e l’azzurro dei laghi che si confonde con l’azzurro del cielo. La natura trionfa in tutte le sue forme, e si alterna con città raffinate e colorate. 

Da Auckland a Withianga

Nuova Zelanda da Aukland a Withianga
Isola del Nord della Nuova Zelanda: la penisola di Coromandel

Dopo una splendida prima colazione nell’Hotel Stamford Plaza Di Auckland sono pronta, con la piccola Honda, per la prima tappa del mio tour in direzione della penisola Coromandel. La destinazione finale è prevista per il tardo pomeriggio a Withianga, dopo 290 km circa, seguendo la State Highway 1, e la State Highway 25. Te Tara-o-te-ika-o-Māui in lingua māori è il nome di questa penisola. Situata nella parte nord-ovest dell’Isola del Nord della Nuova Zelanda, con le sue colline e le sue montagne questa terra si insinua per 85 chilometri nell’oceano Pacifico.  Questa penisola divide la Baia dell’Abbondanza (a est) dal Golfo di Hauraki (a ovest).

La seconda tappa del viaggio nell’Isola del Nord della Nuova Zelanda svela la magnificenza naturalistica di questo Paese. E’ un susseguirsi di curve, di scorci, di alberi sul mare, di spiagge bianche e di cielo azzurro che si confonde col mare. Un incanto. Viene voglia di fermarsi ad ogni curva per saltare giù dalla moto e fotografare.

Sensazioni di guida

In sella alla Honda CB500X sin dai primi chilometri ho notato una buona protezione aerodinamica, ho apprezzato la posizione di guida comoda ed eretta, le interessanti sospensioni e, soprattutto, il grintoso motore bicilindrico parallelo. Queste caratteristiche, insieme alla linea decisa, fanno della Honda CB500X un crossover dall’interessante stile Adventure.

Viaggio in Nuova Zelanda - seconda tappa
Spiaggia di Manaia

Non immaginavo, da motociclista ormai esperta, che la Honda CB500X fosse una adventure-bike così divertente.  Abituata ad una costosa ed impegnativa maxi moto, sin dalla seconda tappa mi sono accorta che una moto Adventure efficiente nei consumi, agile, affidabile è il mio pass par tout per godermi un viaggio in Nuova Zelanda!

La baia di Coromandel

La baia di Coromandel (prende il nome dalla stessa penisola) ha dei colori strabilianti, forse i più belli della Nuova Zelanda. Si trova in una zona disabitata, raggiungibile soltanto in moto o in auto. Un giro in moto lungo lungo la costa della baia, è divertentissimo.

Viaggio in Nuova Zelanda - seconda tappa
I colori della baia

La strada costiera si srotola morbida quasi a lambire il mare dalle sfumature verdi azzurre. E’ una gioia piegare e contrastare il vento che in questa zona soffia forte. La moto piega da sola sulle morbide curve che si percorrono anche a velocità sostenuta.  Ci sono molti posti sulla strada dove si mangia velocemente senza spede una fortuna. Spesso sono all’aperto su prati morbidissimi: l’ideale per un breve relax. Le temperature estive dell’isola dell’isola del nord oscillano tra i 22 e i 30 gradi!

Hot Water Beach

Nei pressi di Waikato (non distante da Withianga) è d’obbligo una sosta presso Hot Water Beach: trovi l’acqua calda che esce direttamente dalla sabbia della spiaggia.

Viaggio in Nuova Zelanda - seconda tappa
Una bagnina sulla spiaggia di Hot Water Beach

Questo fenomeno si verifica nella parte centrale della spiaggia, è lì che si ammassa un numero sostenuto di persone per fare un’esperienza fuori dal comune. Nei bar vicini noleggiano le vanghe.

Basta scavare un pò per far sgorgare l’acqua calda e godersi la propria piscina termale privata. La sensazione dell’acqua calda della piscina che contrasta con quella più fredda del mare è molto particolare! Ed è incredibile vedere quanta gente sta tranquillamente in costume, in ammollo, con una temperatura esterna di venti gradi e un vento che sferza e raffredda l’aria.

Viaggio in Nuova Zelanda
I bagnanti che scavano le buche di acqua calda nella spiaggia in ombra

Withianga

Ci fermiamo, quasi per caso sulla strada, in località Thames, vicino Wakatete Bay, in un bar per rinfrescarci un poco, vicino a un centro sportivo. La temperatura è di 24 gradi, splende il sole.  Decidiamo di inoltrarci lungo un viottolo pieno di vegetazione, seguendo le indicazioni per il centro sportivo.

Con grande sorpresa ci troviamo vicino a uno spazio giochi per bambini davanti ad un albero dalle dimensioni gigantesche. La sorpresa e la meraviglia sono paralizzanti, indispensabile scattare qualche foto! L’albero si srotola con i suoi rami che sembrano braccia spuntare dalla terra. Si contorce quasi a chiedere aiuto, in una terra ventosa….

Viaggio in Nuova Zelanda - seconda tappa
Natura incredibile in Nuova Zelanda

Le case in Nuova Zelanda sono in gran parte costruite in legno. Specialmente nei centri turistici sono davvero molto belle e scenografiche con i loro giardini curatissimi. Si incontrano in giro per queste isole anche case  originali e creative.

Incontriamo John, un pensionato che ha costruito con le sue mani una casa in un vagone ferroviario. Ci fa accomodare e ci mostra orgoglioso il suo lavoro.

Il vagone ferroviario trasformato in abitazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

La seconda tappa del viaggio in Nuova Zelanda giunge a Withianga. il Beachside Hotel, un resort a 4 stelle con campo da tennis e piscina a pochi passi dal mare, accoglie me e la piccola Honda per la notte. Ogni unità abitativa è attrezzata di tutto punto, ha anche un living e uno spazio esterno dove è possibile far colazione. Una passeggiata in spiaggia, sull’oceano, è rilassante. Ma attenzione a dove si poggiano i teli da bagno: la marea si muove velocemente, potreste ritrovarli zuppi d’acqua al vostro ritorno!