Powered by WP Bannerize

Womenonbike

ZERO DSR A ECODOLOMITES: GUIDA ELETTRIZZANTE

La Zero DSR, la dual sport cattiva della gamma della casa californiana è stata la prima moto elettrica guidata dalla nostra Pinella Giuffrida, ecco le sue impressioni

Osservo la foto scattata dal balcone della mia camera d’albergo dei due passanti che ammirano curiosi le Zeromotorcycles parcheggiate a spina di pesce di fronte all’ingresso. Ripenso immediatamente alle sensazioni provate durante la prima giornata del tour “EcoDolomites” riservata ai giornalisti. Una giornata splendida, calda, soleggiata trascorsa tra natura e motociclette.

ZERO DSR

Adoro girare in moto per i passi dolomitici ma questa volta avevo qualche titubanza all’idea di utilizzare una moto elettrica. In realtà, inforcata la Zero DSR 14.4 (11 kw), iniziati i primi tornanti, mi sono resa subito conto che sotto la sella avevo un motore capace di performance notevoli … sin dal primo impatto, infatti, è stata una bella sorpresa.

Gli pneumatici tassellati nati per il fuoristrada

Questa moto ha un’autonomia di 262 km nel ciclo urbano e 159 in autostrada con una velocità massima effettiva di 159 km/h. È capace di sviluppare una potenza netta di 69 cv (52 kW) @ 3.850 giri/min e di una potenza continua di 30 cv (22 kW) @ 4.300 giri/min. Si ricarica con una presa standard da 20V e con i caricatori supplementari riesce a ricaricarsi completamente in meno di tre ore. 

La versatilità, la facilità di guida e l’agilità della Zero DSR mi hanno incuriosita. La potenza dell’accelerazione in uscita dai tornanti o per uno dei tanti sorpassi tra le curve di montagna è stata una sorpresa. Questa moto è capace di generare una coppia in grado di raggiungere regimi fino a 146 Nm, superiori a quelli di molte moto sportive a combustione. La propulsione è senza strappi (l’acceleratore mi è sembrato più fluido di quelli elettronici degli enduro da strada di ultima generazione) ed è silenziosa. Adoro sentire il rombo della mia moto che si modula con l’aumentare dei giri del motore … ma è anche un’esperienza unica e speciale viaggiare tra le rocce, il verde, i laghi di montagna e percepire solo il rumore del vento che accarezza il casco… ti senti tutt’una con la natura, davvero in simbiosi.


La Zero DSR mi ha intrigata per la versatilità tipica dell’enduro stradale: mi sono divertita ad affrontare diversi tipi di terreno: dalla scorciatoia piena di buche al sentiero ghiaioso che saliva verso una delle baite dove abbiamo pranzato, allo sterrato sconnesso che costeggia il lago di Carezza, all’asfalto reso viscido dalla pioggia. Le sospensioni ad escursione maggiorata e gli pneumatici tassellati nati per il fuoristrada mi hanno consentito, con la Zero DSR di scorrazzare in lungo e in largo senza timore; questa moto, tra l’altro abbastanza leggera, si arrampica ovunque senza alcuna vibrazione con la sua notevole accelerazione grazie alla trazione con cinghia in carbonio e al nuovo propulsore Z-Force.

Nei tornanti questa moto ha una tenuta di strada davvero apprezzabile. I pesi sono equilibrati, si guida bene, senza alcun problema. Accelerare e scendere in piega nel silenzio … è una emozione che non può essere descritta, occorre provarla!

ZERO DSR, il prezzo di listino: da €19.260. Le batterie sono garantite 5 anni!

IL MOTORE Z-Force®

Zero Motorcycles ha sviluppato integralmente Il motore Z-Force® per garantire le migliori prestazioni in termini di efficienza, potenza e dimensioni. Il motore Z-Force® presenta una configurazione a magnete permanente (IPM) che migliora sensibilmente le prestazioni in condizioni di guida estreme e consente di raggiungere velocità sostenute più elevate.

Abbinato a un Z-Force® Power Pack, il motore sviluppa una notevole potenza e accelerazione. Esso produce il 100% della coppia alla partenza da fermo, per una risposta immediata all’accelerazione e prestazioni ragguardevoli che rendono la qualità della guida assolutamente paragonabile a quella delle moto a carburatore.